di Lauradenu
Pubblicato su: www.inabruzzo.com e su www.abruzzoliberale.it
Che la nostra sinistra fosse l'ombra di se stessa, lo avevamo sospettato già da tempo. A 3 mesi dal terremoto del 6 aprile, aggrappati a lmiraggio del G8, ci siamo ritrovati dove e come stavamo prima della passerella dei grandi della terra. Passerella che è costata alla città, finora, solo disagi, un assedio di guerra, la chiusura obbligata dei pochi esercizi commerciali che a fatica avevano ripreso a lavorare. Un G8 che ha confermato il vuoto di programmi e di accordi, assediando una città che già patisce uno stato di abbandono, disorganizzazione, e della totale assenza delle amministrazioni comunali, incapaci nell'alzare la voce contro il governo Berlusconi, che ha fatto e disfatto la sua opera politica senza interpretare e ascoltare leesigenze dei cittadini che vivono in questa città. Malgrado siano stati in molti, vedendo nelle sue ricchezze personali, un'oasi di salvezza, che lo hanno pure votato.

Ma io voglio sottolineare l'atteggiamento di sudditanza che il nostro Sindaco Massimo Cialente, continua a mantenere riguardo alle questioni sulla ricostruzione, sui decreti scandalosi del Governo, per ultimo quello sul pagamento delle tasse da parte dei terremotati, a partire da gennaio prossimo, al100%. Con poco lontani precedenti sui terremotati di Umbria e Marche, che solo dopo 12 anni hanno cominciato e resrtutuirle e al 40%. E quì c'è da spostarsi da una terra bruciata a una terra di surreali deliri. Quelli dei decreti Berlusconi, confezionati ad arte, per una città che non ha pìù una sua autonomia ma soprattutto una sua economia. Con decine di migliaia di disoccupati, e quelli che restano, in stato di cassa integrazione, che sfocierà nella maggior parte dei casi, in licenziamenti. Con attività commerciali chiuse o distrutte dal sisma, fabbriche che hanno deciso di abbandonare la città....Con quali risorse gli Aquilani, secondo il nostro Premier, dovrebbero iniziare a restituire le tasse a partire dal prossimo Gennaio!!!! Ma sul nostro governo c'è rimasto davvero poco da scoprire. C'è stato invece da scoprire, avvilendo la mia fiducia, l'inadeguatezza e l'ncapacità dlla nostra amministrazione, di sinistra, nel gestire le nostre questioni, gravi, drammatiche, che spesso non propongono soluzioni significative. Ma eccezionali nell'inchinarsi ai grandi della terra, nel nascondere la verità, con la complicità di certa stampa e certi media. Storditi dalla presenza di divi e divette che sono venuti ad asciugarsi le lacrime sulle nostre strade. Con la speranza che saranno loro ad arricchire di nuovo la nostra città, perchè finora, per la ricostruzione delle abitazioni, che siano esse in categoria A B C D, fino alla zeta, non si è vista una lira, ma si è vista la confusione che regna sulle modalità, descritte nei decreti legge, con le quali si debba gestire questo enunciabile SCANDALO. Il nostro Sindaco, bravo medico, prestato alla politica, la smetta di dire che non vuole polemiche e che ha sentito poca partecipazione dei cittadini, sulla questione delle tasse da restituire, quando è logico che il nostro Governo non può, con azioni anticostituzionali ,usare due pesi e due misure, ma dovrà obbligatoriamente sottostare allo stesso trattamento legislativo riservato ai terremotati di Umbria e Marche. E che sempre il nostro caro Sindaco, si tolga quell'abito ormai inadeguato di eterno MODERATO e che inizi a lottare con la gente, gridando, se necessario, contro le scellerate e pericolose iniziative, che il governo continua ad esercitare su un popolo stanco, ferito, che subisce la paura del futuro, ma di quello vicino, di domani......

E che non conti troppo sulle proteste della cittadinanza, benchè ci siano state, ma vergognosamente inascoltate. Da convinta sostenitrice, da sempre, delle ideologie della sinistra estrema, esprimo un esplicito ed irreversibile attacco ai vari sinistroidi che stanno a guardare la politica e non a farla ,se non per una visibilità personale, senza contenuti, sanz'anima. Da troppi anni a riempire il loro vuoto con scuse e manie persecutorie. La lotta per i diritti, la democrazia, la libertà, l'autodeterminazione, per nulla di tutto ciò si sono adoperati negli ultumi 30 anni, dando via libera a personaggi ambigui, con pendenze penali protette dall'immunita', a distruttori e non costruttori sociali, a corrotti e corruttori. La casta dei capitalisti è oggi la nostra politica, trasversalmente, senza sconti di bandiera. E appena il nostro Sindaco avrà deciso cosa fare nella vita e della nostra vita, ci tenga informati sui fatti, senza lagne e delicatezze, ma con la rabbia che dovrebbe sentire dentro, per non esser riuscito, finora a tutelare l'identità della sua città. Guardiamo con gioia alla messa in sicurezza dei nostri capolavori artistici, ma ora si pensi alla gente e alla sua tutela, ai suoi diritti, a ricostruire la propria storia personale perchè è proprio quella storia personale, di ogni singola persona, che può ricostruire il NULLA.

0 commenti:

Posta un commento

I commenti anonimi sono sottoposti a moderazione. E' vietato inserire link cliccabili.
Anonymous comments are moderated and it's forbidden to insert clickable links.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *