Ricevo e pubblico

Approvata con 25 voti favorevoli su 14 contrari e 7 astenuti, una risoluzione per omofobia e discriminazione per orientamento sessuale e di genere. Lo si deve al Brasile, Cile, Uruguay e Colombia, in collaborazione con 42 realtà gay-friendly, che hanno presentato l’iniziativa al Consiglio dei diritti umani dell’Onu.

Nella presentazione il Cile aveva specificato che l’iniziativa non intendeva «creare nuovi diritti, bensì fermare la violazione di alcuni diritti» attraverso una maggiore protezione.

L’iniziativa latina si articola in 7 emendamenti, che mirano a fermare le discriminazioni per orientamento sessuale e di genere. «La leadership degli stati latini – ha spiegato un esponente del Observatorio Derechos Humanos y Legislación cileno – dev’essere intesa come l’impegno a far sì che i diritti dell’uomo vengano rispettati, gay, lesbiche, transgender, bisessuali, transessuali, travestiti e intersessuali compresi».

La risoluzione passata il 26 Settembre 2014 a Ginevra chiede al Consiglio di aggiornare lo studio effettuato nel 2012 circa l’omofobia e le discriminazioni per gay e trans nel mondo.

Le realtà che collaborano con i 4 paesi latini: Amnesty International, ARC International, Asociación Internacional de Lesbianas, Gays, Bisexuales, Trans e Intersex para America Latina y el Caribe (ILGALAC), CariFLAGS, Centro de Estudios Legales y Sociales – CELS, COC Nederland, Conectas, Direitos Humanos, Corporación Humanas, Diverlex Diversidad e Igualdad a través de la Ley, FOR-SOGI, GATE, Human Rights Law, Centre, Human Rights Watch, International Commission of Jurists, International Gay and Lesbian Human Rights Commission, International, Lesbian and Gay Association, International Service for Human Rights, Iranti-Org, MantiQitna Network, Mulabi/Latin American Space for, Sexualities and Rights, Observatorio Derechos Humanos y Legislación, Pan-Africa ILGA, TLF Share, United and Strong, Victorian Gay and Lesbian Rights Lobby.

I paesi che hanno votato sì: Argentina, Austria, Brasile, Cile, Costa Rica, Cuba, Repubblica Ceca,Estonia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Giappone, Messico, Montenegro, Perù, Filippine,Repubblica della Corea, Romani, Sud Africa, Macedonia, Gran Bretagna, USA, Venezuela, Vietnam.

I paesi che hanno votato no: Algeria, Botswana, Costa d’Avorio, Etiopia, Gabon, Indonesia, Kenya, Kuwait, Maldive, Marocco, Pakistan, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Russia.

I paesi assenti: Benin.

I paesi astenuti: Burkina Faso, Cina, Congo, Kazakistan, India, Sierra Leone, Namibia.



0 commenti:

Posta un commento

I commenti anonimi sono sottoposti a moderazione. E' vietato inserire link cliccabili.
Anonymous comments are moderated and it's forbidden to insert clickable links.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *